fbpx

Comunicato stampa – 7 maggio 2019

COMUNICATO STAMPA

Salone del Libro: Polacchi (AltaForte), mai dette quelle parole sulla dittatura. Ci attaccano per censurare Salvini e perché affrontiamo i temi di attualità da un punto di vista nuovo e coraggioso.

“Ora basta. Quelle parole sulla dittatura non le ho mai dette per come sono state riportate dalla Stampa e sono state travisate. La questione è che pur di censurare Matteo Salvini, coinvolto suo malgrado in questa bagarre per la scelta di Chiara Giannini di pubblicare con noi il suo libro intervista, ogni giorno mi vengono messe in bocca parole che non ho mai pronunciato e si tira in ballo la casa editrice in vicende con cui nulla ha a che fare”. Così in una nota Francesco Polacchi, editore di AltaForte edizioni.
“AltaForte – aggiunge Polacchi – sarà al Salone del Libro di Torino come da programma per fare cultura e per dare ai suoi libri la vetrina che meritano. Libri, voglio ricordare, prodotti senza alcun aiuto pubblico e grazie all’impegno di autori indipendenti, che hanno creduto a un progetto che, come dimostrano i fatti di questi giorni, non è certo facile da portare avanti. Questa levata di scudi, certamente insensata se davvero dipendesse da un’intervista a un ministro o da 8mq di stand – conclude l’editore – nasconde tutto il fastidio per una produzione editoriale che affronta senza timore di smentita gli argomenti più scottanti dell’attualità italiana da punti di vista non omologati, rompendo le uova nel paniere – come si suol dire – in tema di immigrazione e ong, Euro e Europa, Franco CFA e neoliberismo, #metoo e neofemminismo, senso della Patria e sovranismo. Rivendichiamo il diritto di proseguire nel nostro lavoro con la serietà e la dedizione che contraddistinguono ogni buon editore”.

No Tags

Iscriviti alla NewsLetter

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.