fbpx

Bella e perduta

  • 0 Review(s)
  • Disponibile

AA. VV.

22,00 18,70

Descrizione

Centrale nel Mediterraneo tra Occidente e Oriente, porta e periferia d’Europa, l’Italia è un Paese per vocazione e geografia esposto al contesto globale. Lo dimostra questo saggio, in cui si delinea la traiettoria della politica estera del Paese nella sua complessa storia unitaria. In questo lungo percorso, l’Italia ha sempre dovuto confrontarsi con la necessità di definire il suo interesse prevalente, come proprio di una media potenza a cui non è consentita la navigazione a vista.

Un interesse nazionale diversamente interpretato nella storia unitaria del Paese ma che alla base si sostanzia nella scoperta dell’Italia, come ebbe a definirla Dino Grandi, peso determinante. Accettazione dunque del duplice vincolo in cui l’Italia vive: l’esiguo spazio di manovra in un sistema di potenze già affermate e la dipendenza da contingenze fluide, dinamiche, per ottenere dei successi diplomatici. Ciò, tuttavia, non significa necessariamente dover abdicare a qualsiasi discorso sopra l’esistenza di un compiuto interesse prevalente, come del resto dimostrò la parabola internazionale della Prima Repubblica sorta dalle macerie del Secondo conflitto mondiale.

Iscriviti alla NewsLetter

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.