fbpx

Charles Baudelaire. La vita, l’opera, il genio

  • 0 Review(s)
  • In stock

Charles Asselineau (1820-1874) fu letterato, critico d’arte, novelliere e bibliofilo. Tra le sue opere ricordiamo i racconti fantastici La double vie (1858), L’enfer du bibliophile (1860), Le paradis des gens de lettres (1862), nonché l’importante studio sulla letteratura romantica Mélanges tirés d’une petite bibliothèque romantique, del 1867. Il suo nome, tuttavia, rimarrà per sempre legato a quello dell’amico Charles Baudelaire, di cui curò, assieme a Théodore de Banville, le OEuvres complètes (1869) e a cui dedicò la prima biografia critica, Charles Baudelaire, sa vie et son oeuvre, pubblicata da Alphonse Lemerre nel 1869.

15,00 14,25

Descrizione

«Se si vuole conoscere Baudelaire» scrisse Théodore de Banville, «lo si troverà interamente nel libro che gli ha consacrato Charles Asselineau…» Scritta all’indomani della morte di Baudelaire, questa biografia è la prima a rivelarne il genio poetico. Unito a lui da una fraterna amicizia, Asselineau ci restituisce Baudelaire in tutta la sua toccante e stupefacente umanità. Tra le passeggiate parigine e i rapporti con scrittori, editori e artisti, l’autore ne ripercorre in presa diretta la parabola letteraria ed esistenziale: dagli esordi stravaganti del giovane dandy alla folgorazione per Edgar Allan Poe; dalla pubblicazione dei Fiori del male all’umiliazione del processo, dall’esilio volontario a Bruxelles alla malattia che lo condurrà precocemente alla morte. Alla biografia viene alternato un primo studio critico della sua opera, che segnò l’irruzione della modernità nella cultura del tempo, delineandone i soggetti, i luoghi, le forme e, per certi versi, il destino. Chiude questa prima edizione italiana una raccolta di aneddoti baudelairiani, una selezione epistolare e un’appendice iconografica.

Iscriviti alla NewsLetter

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.