fbpx

L’agonia dell’Occidente. Lettere a Wolfgang Kraus (1971-1990)

  • 0 Review(s)
  • In stock

Emil Cioran

Emil Cioran (1911-1995), dopo gli studi di filosofia e quattro libri scritti in Romania, nel 1937 approda a Parigi, dandosi un solo programma: «Fare di tutto, fuorché lavorare». Con gli ultimi dei suoi dieci libri s’impone al grande pubblico, raggiungendo quello che non esita a definire un «successo umiliante». La critica consacra il suo francese come il migliore della seconda metà del Novecento. Tutte le sue opere maggiori sono state pubblicate in lingua italiana per i tipi di Adelphi.

24,00 20,40

Descrizione

Un’amicizia nata nel cuore del XX secolo, ma anche la testimonianza di un’intelligenza «scomoda», limpida e tagliente nei confronti di una civiltà in piena agonia. Questi i contenuti del carteggio Cioran-Kraus, riflessione sull’avvenire di un’Europa vecchia e prostrata. Assieme al proprio declino fisico, registrato in modo spesso drammatico, lo scrittore romeno assiste attonito al lento suicidio di un Occidente incapace di darsi un futuro. Di fronte alla deriva della politica, all’imbarbarimento generalizzato e al progressivo crollo delle strutture che hanno retto la storia degli ultimi secoli, il suo sguardo è lucido e disincantato: «Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale».

Iscriviti alla NewsLetter

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.