fbpx

“Forti Rockamboleschi Venti”. Il libro-evento degli ZetaZeroAlfa – Leggi l’articolo!

Forti Rockamboleschi Venti

ZetaZeroAlfa

Il libro-evento

“Una rivoluzione senza un ballo è una rivoluzione che non vale la pena fare”, ricorda Gianluca Iannone, frontman della band Zetazeroalfa. E proprio in queste due parole è racchiuso tutto il senso di quella che è un’esperienza nata da un’intuizione di un gruppo di amici in un pub e che, sempre con quello spirito goliardico, un po’ guascone che hanno tutti i rivoluzionari, ha saputo dare concretezza ai sogni di chi doveva ancora trovare un porto da cui ripartire. Una base, una Casa.
Zetazeroalfa è il cammino ventennale di un sogno che parla di marcia, di guerra, di amore e questo libro lo ripercorre tutto, tra racconti, suggestioni e fotografie.

Chi sono gli Zetazeroalfa?

Zetazeroalfa è nato per scherzo, in una calda sera d’estate a Roma, nostra città, tra una birra e una battuta ci immaginammo cosa sarebbe successo se avessimo messo in musica la nostra visione della vita… e così iniziammo a suonare!»
È il 1997 e tra le mura del Cutty Sark di Roma, una zona franca a metà strada tra una birreria e una moderna versione dell’isola di Tortuga, che prende il via un progetto non solo musicale ma anche ideale e rivoluzionario destinato a sovvertire regole della politica e della musica italiana.
Con otto album all’attivo (il primo nel 1999, “la Dittatura del sorriso”, e l’ultimo, “Morimondo”, nel 2017),
gli Zetazeroalfa hanno all’attivo, quasi 200 concerti in tutto il mondo.

Buona lettura!

Santa Teppa.

ZetaZeroAlfa vuol dire comunità. Vuol dire famiglia. Vuol dire Santa Teppa.

Venti anni all’arrembaggio raccontati in un libro evento che parte dalle origini fino ad arrivare ad oggi.

Per…. VOI CHE SIETE ROCK’N’ROLL!!!!

Un passo oltre la linea del fuoco.

Perché in questi vent’anni ZetaZeroAlfa non è mai fermato, è ancora là che ci aspetta un passo avanti, un passo oltre la linea del fuoco.

Il ritmo del tuo cuore.

“Nessun compromesso, nessuna paura. Quando la terra trema sei tu a decidere il ritmo del tuo cuore.”

ZETAZEROALFA.

ZETA. Un suono secco, netto come un taglio verticale di mannaia. La zeta da sola però non bastava. Eravamo alla fine del secolo e quindi Z intesa appunto come fine andava alla perfezione, ma di fatto dovevamo affrontare un passaggio e un nuovo inizio. Fu così che aggiunsi la via intermedia, lo ZERO, e una nuova alba, l’ALFA. Avevamo tradotto e declinato, il nero, il bianco e il rosso.

Iscriviti alla NewsLetter

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.