fbpx

Il Primato Nazionale #39

  • 0 Review(s)
  • In stock

Dicembre – 2020

5,80

Descrizione

IL PRIMATO NAZIONALE

Risorgimento Sovranista

Secondo i globalisti, il sovranismo sarebbe morto. Ma è davvero così? Secondo il Primato Nazionale, c’è qualcuno che sta cantando vittoria troppo presto. Di più: in vista della campagna abbonamenti 2021, il Primato chiama tutti i suoi lettori a raccolta per un «risorgimento sovranista». Come specifica il direttore Adriano Scianca nel suo editoriale, «la palude avanza, la stasi dilaga: in politica, in economia, nel mondo della cultura. Serve una fuga in avanti, un’accelerazione. Ma dobbiamo farla insieme». In effetti, in troppi si sono lasciati ammaliare da successi momentanei o parole d’ordine stantie. E per questo è arrivato il momento di affinare le armi, di elaborare idee, di produrre cultura, di fornire nuovi orientamenti alla politica.

Nel focus dedicato al «risorgimento sovranista», Valerio Benedetti spegne i bollori delle lobby globaliste: «Nonostante qualche vittoria elettorale dei partiti di sistema, tutte le società occidentali rimangono spaccate in due: da una parte i globalisti, dall’altra i sovranisti. La trasformazione è già avvenuta: Trump ha completamente rivoluzionato il Partito repubblicano, mentre il centrodestra italiano ha moltiplicato i propri consensi proprio quando ha lasciato perdere i moderati e ha radicalizzato lo scontro». Insomma, spiega il caporedattore del Primato Nazionale, «se qualche battaglia è stata persa, la guerra è lunga ed è ancora tutta da combattere». Per questo «serve rimanere in trincea e mantenere la posizione», per lanciare finalmente la controffensiva. Tutti insieme.

Come sempre, il Primato è poi ricco di contenuti e approfondimenti culturali. Si parte con un’inchiesta di Marco Gregoretti, che ha contattato un agente dell’antiterrorismo, il quale ci spiega come l’Italia giallofucsia sia diventata il Bengodi per i terroristi islamici. È poi da segnalare un’interessante intervista di Francesco Borgonovo a Luca Ricolfi, in cui il noto sociologo critica aspramente la gestione della pandemia da parte del governo Conte. Non manca poi un’analisi sul caos che è scoppiato dopo le elezioni americane (G. Taietti), così come un approfondimento di Giacomo Garuti sulla crescente disaffezione di tutti i cittadini europei verso le istituzioni Ue. Per quanto riguarda la sezione storica, è da apprezzare un contributo di Andrea Lombardi sui bombardamenti di Dresda con ricco apparato fotografico, e per la sezione filosofica un approfondimento di Roberto Bonuglia sulla figura di Giovanni Gentile.

Da segnalare, inoltre, uno speciale dedicato alla fantascienza e all’ufologia. Tra il serio e il faceto, Adriano Scianca, Alfonso Piscitelli e Andrea Scarabelli ci accompagnano in un viaggio tra robot, cyborg, alieni e misteri che talvolta si sono legati alla politica. Come sempre, infine, non manca la consueta galleria di rubriche curate dai nomi più autorevoli del sovranismo italiano: da Vittorio Sgarbi a Simone Di Stefano, da Caio Mussolini ad Alessandro Meluzzi, per arrivare fino a Matteo Brandi, Marco Scatarzi, Paolo Bargiggia e tanti altri.

Per essere sempre aggiornato sulle novità, ma non solo…

Per tutti gli iscritti, 10% di sconto su almeno 30 € di ordine online.

Iscriviti